Menu

GiornoPerGiorno: cronache dei Comuni del Parco del Campo dei Fiori

A+ A A-
header_01.jpg

Ultimissime

Tracce dell'età romana nella cripta del santuario? La Soprintendenza archeologica indaga su antichissimi manufatti ritrovati nell'abside della "prima" chiesa

Tracce dell’antica Roma nella cripta del santuario? Sarebbero stati ritrovati antichissimi manufatti all’interno della cripta che potrebbero risalire all’età romana. Sarà ovviamente la Soprintendenza per i beni archeologici a stabilirne l’età e il valore storico. La notizia è firmata da Valeria D’Este su La Provincia di Varese: “Dopo i frammenti di scheletri mummificati ritrovati nel 2001 all’interno del santuario e ancora al vaglio degli studi del team di esperti di Paleopantologia dell’universitá dell’Insubria – spiega l’articolo - e dopo il restauro e la sua esposizione nuovamente al pubblico del “drago di Breno” (lo scheletro in realtà di un coccodrillo del Nilo...

23-07-2014 Hits:16 Flash

La leggenda del coccodrillo fuggito da una ricca villa di Lugano, catturato da un coraggioso giovane di Breno e finito come ex voto al Museo Baroffio e del Santuario

di PIERA MALNATI     Chissà  quanti, vedendo un coccodrillo imbalsamato in una chiesa o  in un santuario penzolare dal soffitto, sostenuto da robuste catene,si saranno domandati che nesso potesse avere in mezzo a santi e madonne! Ebbene pare proprio proprio che per ringraziare la Vergine per l'aiuto concesso nell'affrontare ardue imprese, come quella di sconfiggere un terribile alligatore, venissero portati quali ex- voto, le spoglie del mostruoso bestione. Del resto fu proprio la Vergine Maria a schiacciare sotto i piedi i rettili e draghi, simboli  del male, fin dal tempo dell'Apocalisse. Quelli  racchiusi in una teca e conservati al Museo Baroffio...

23-07-2014 Hits:10 Flash

Le vedute del Sacro Monte nei pittori dell'Otto e del Novecento in mostra al castello di Masnago (fino a 31 agosto)

Le vedute del Sacro Monte nei pittori dell'Otto e del Novecento in mostra al castello di Masnago (fino a 31 agosto)

di DARIO MONTI      Il Sacro Monte visto dai pittori dell’Otto e del Novecento: lo si può ammirare nei dipinti esposti nella mostra "Dal Cinquecento al Novecento", opere sconosciute conservate nella Collezione dei Musei Civici di Varese (prorogata sino al 31 agosto). La prima “veduta” è di Pietro Ronchetti, 1869; la seconda di Domenico De Bernardi, 1934. Il quadro di Renato Guttuso è esposto al Castello di Masnago nella Collezione permanente. Gli altri quadri sono di Romeo Pellegatta, Veduta del Sacro Monte, 1920-1930 circa e di Federico Gariboldi, Sacro Monte di Varese, 1920 circa. CASTELLO DI MASNAGO
12 aprile - 31...

10-07-2014 Hits:57 Flash

Dibattito - Come rilanciare il Sacro Monte? Scriveteci

ALLA SCOPERTA DEL SACRO MONTE...

ALLA SCOPERTA DEL SACRO MONTE...

        di LAURA MARAZZI      La direttrice del Museo Baroffio e autrice di questo testo propone un Percorso Guidato del Sacro Monte, spiegato in modo chiaro, colto e brillante. Potete scaricare il testo integrale, in formato PDF, cliccando sul link qui di seguito: Sacro Monte di Varese - Percorso di visita a cura di Laura Marazzi La riproduzione dell'opera o di parti di essa è vietata, senza autorizzazione dell'autrice.

APPUNTI DEL SABATO (DON ERMINIO VILLA)

Giovanni Vannucci: il servizio alla vita è tipico di ogni madre

Carissimi, la preghiera di Vannucci gravita attorno al "servizio alla vita" tipico di ogni madre. Quanto è diversa Maria rispetto ad Eva! Chiediamo che siano impressi nei nostri cuori gli stessi suoi atteggiamenti spirituali... La...

ASPETTANDO LA BEATIFICAZIONE

Nell’omelia a S.Maria delle Grazie per la XXXVI Fiera, 13 aprile 1958

“Dare lavoro all’uomo è creare in lui e nella società una prima pace, un primo ordine. Chi vi provvede compie azione altamente benemerita. L’iniziativa privata giustifica socialmente se stessa ogni qualvolta crea nuova fonte di...

Uno sguardo dal Monte (di F. Magnani)

Promuovere il lavoro significa organizzare vita e democrazia

Che una repubblica sia fondata sul lavoro è principio condivisibile, ma il lavoro non non deve diventare un tiranno al quale immolare la propria libertà. Mai come in questi tempi la disorganizzazione del paese sale...