Menu
A+ A A-

L'omelia di don Enrico de Capitani, ordinato da G. Battista Montini nel 1961: "Quando lo chiamavano Paolo mesto"

2014 - 6 settembre - foto Fumagalli - DSC 1878

di ANNAMARIA FUMAGALLI   Nell’attesa della cerimonia di beatificazione di papa Paolo VI, lo scorso 6 settembre nel Santuario del Sacro Monte, durante la S.Messa mattutina del sabato delle ore 8,00 celebrata per l’occasione da Don Enrico De Capitani, è iniziato il ciclo delle Omelie tenute dai sacerdoti varesini che furono ordinati negli anni tra il 1955 ed il 1962 dall’allora cardinale Giovanni Battista Montini. In questi sermoni, che coprono gli anni in cui il card. Montini fu arcivescovo a Milano, i sacerdoti commenteranno l’Omelia che l’allora Arcivescovo di Milano   aveva tenuto durante la loro ordinazione Sacerdotale. Don Enrico De Capitani, il primo dei sacerdoti Varesini ordinato con altri 11 confratelli il 28 giugno del 1961, ricordando che quell’anno l’ordinazione venne suddivisa in due lotti: uno a febbraio ed il rimanente a giugno, ha citato, facendo riferimento ad un incontro che ebbe in seguito con Sua Santità, che lo aveva sempre colpito la sua eccezionale memoria.

Di Montini ha rammentato anche la visione tetra, cupa, quasi pessimistica, della Chiesa. Visione che proprio per questo gli valse il soprannome di Paolo mesto, ricordando però anche il contrario: la sua forza, le sue omelie ricche, coinvolgenti, sempre tenute con tono alto e potente, quasi trascinante; ricorda la sua fede eccezionale, la sua fiducia nonostante tutto. Della sua ordinazione ricorda le due frasi: “Vi mando come agnelli in mezzo ai lupi” e “Non temete piccolo gregge”, rammentando che già a quell’epoca, nonostante vi fossero ancora molte vocazioni, egli già soffrisse, quasi prevedendo il futuro, per la scarsità di sacerdoti vedendo però di questo non solo il lato pessimistico ma più come come uno stimolo per la comunità cristiana a rendersi maggiormente partecipe alla vita della chiesa così da essere essa stessa uno stimolo ai sacerdoti per un maggior impegno.

Domenica 7 settembre, dalle ore 9.30 alle ore 19 si è tenuta nel Borgo antico, presso l’ex albergo Camponovo la Festa della Madonna di Santa Maria del Monte con un’esposizione dedicata ai temi: Emozionante viaggio storico in immagini: rassegna fotografica a cura di Foto Club Varese, racconto dell’adolescenza testimoniato dai ragazzi della Fondazione Enaip Varese; espressioni pittoriche degli studenti del liceo artistico “A. Frattini”, improvvisazioni temporanee. Contemporaneamente, alle due uscite del santuario, durante tutta la giornata sono rimaste in vendita le rose dedicate all’iniziativa “Una rosa per la Madonna”, per la raccolta di fondi per il restauro della cripta della basilica. La bella giornata ha invogliato come al solito i Varesini a raggiungere il monte rendendo questa manifestazione un simpatico momento.

2014 - 6 settembre - foto Fumagalli - DSC 1883

2014 - 7 settembre - foto fumagalli  DSC 1925

 

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese