Menu
A+ A A-

A ruota di Gianni Bugno

VolantinoINTERVISTA AL DIRETTORE
GIANCARLO BERNASCONIDaniele Nardello
 
 
 
Già un centinaio di kit venduti dall’Ente Parco Campo dei Fiori ai cicloamatori
 
Si narra che Gianni Bugno abbia vinto il Giro d’Italia nel 1990, nella cronometro iGianni Bugnondividuale da Gallarate al Sacro Monte, coprendo il tratto Varese-S. Maria del Monte in poco più di 19 minuti: un razzo, per giunta sotto una pioggia torrenziale. “Il nostro obiettivo non è però scatenare un nugolo di emulatori a caccia di record sui tornanti del Varesotto, ma più semplicemente incentivare il cicloturismo in uno degli angoli più incantevoli d’Italia – spiega il direttore del Parco Regionale del Campo dei Fiori, Giancarlo Bernasconi – Il progetto delle Cronoscalate lanciato in occasione dei Mondiali di ciclismo 2008 si propone proprio questo: promuovere il territorio...
 
 
Salita Varese-Sacro Monte
Salita Varese-Campo dei Fiori
Scarica il pieghevole


VolantinoCRONOSCALATE - INTERVISTA AL DIRETTORE GIANCARLO BERNASCONI
 
Già un centinaio di kit venduti dall’Ente Parco Campo dei Fiori ai cicloamatori provenienti dal Nord Italia e dal Canton Ticino
 
Gianni BugnoSi narra che Gianni Bugno abbia vinto il Giro d’Italia nel 1990, nella cronometro individuale da Gallarate al Sacro Monte, coprendo il tratto finale Varese-S. Maria del Monte in poco più di 19 minuti: un razzo, per giunta sotto una pioggia torrenziale. “Il nostro obiettivo non è però scatenare un nugolo di emulatori a caccia di record sui tornanti del Varesotto, ma più semplicemente incentivare il cicloturismo in uno degli angoli più incantevoli d’Italia – spiega il direttore del Parco Regionale del Campo dei Fiori, Giancarlo Bernasconi – Il progetto delle Cronoscalate lanciato in occasione dei Mondiali di ciclismo 2008 si propone proprio questo: promuovere il territorio attraverso il ciclismo amatoriale su nove percorsi in salita. I fans di Nardello e di Chiappucci possono cimentarsi contro il tempo sulle strade di montagna delle Prealpi e insieme fare attività sportiva in modo nuovo e piacevole”.
 
SALITE A CRONOMETRO
Daniele NardelloIl progetto promosso dal Parco Campo dei Fiori in collaborazione con Regione Lombardia, Provincia di Varese, Camera di Commercio, LIUC-Carlo Cattaneo ed Elmec Informatica è operativo da prima di Natale. Sono stati individuati nove percorsi "storici" intitolati a grandi corridori. Le salite sono state cartografate, tabellate e dotate d’attrezzature per il rilevamento informatizzato dei tempi di percorrenza. I tempi sono cronometrati con la tecnologia Rfid, il sistema d’identificazione in radiofrequenza usato anche nei supermercati per gestire le merci.
L’utente acquista un “user kit” che contiene transponder a radiofrequenza che cronometra i tempi di partenza e d’arrivo, il microchip e la password con cui può consultare i dati e il punteggio stagionale delle proprie prestazioni sul sito www.cronoscalatemondiali.it. Il progetto ha richiesto l’installazione di colonnine fisse di rilevamento, alimentate con pannelli fotovoltaici, che al passaggio del ciclista leggono i dati personalizzati e tutte le informazioni poi consultabili online (altimetria, descrizione dei percorsi ecc).

PRIMA “FARE LE GAMBE”
“Da Natale abbiamo già venduto un centinaio di kit e siamo molto soddisfatti tenuto conto che la buona stagione non è ancora iniziata – dice Bernasconi - gli appassionati di ciclismo sanno bene che le scalate partono in aprile dopo aver “fatto le gambe” con le prime uscite in pianura. Molti kit sono stati spediti nel Varesotto, altri a Sondrio, Milano e nel Canton Ticino (il prossimo mondiale su strada si terrà a Mendrisio dal 23 al 27 settembre 2009, www.mendrisio09.ch). Gli svizzeri sono molto sensibili al fascino del cicloturismo e se noi abbiamo nove percorsi, loro ne hanno una quarantina. Il kit costa 25 euro (compresi solo per quest’anno 8 euro d’abbonamento) con possibilità di sconti per squadre e comitive: 23 euro se s’iscrivono cinque persone, 20 euro se sono più di dieci. L’abbonamento è valido per un anno e poi va rinnovato.
Chiunque giri sulle strade varesine sa che il sabato e la domenica, dalle piste ciclabili della Schiranna ai tornanti dell’Alpe Tedesco e del Cuvignone, s’incontrano lunghe file di cicloamatori, spesso stranieri. Secondo il Touring Club, almeno 18 mila persone arrivano a Malpensa ogni anno per motivi legati all’attività cicloturistica nelle nostre valli.

CUVIGNONE E PASSO SELLA
Per ospitarle è nata la rete di tredici alberghi associati a Bike Hotel con requisiti mirati: spogliatoio, garage per bici, officina, assistenza medica e fisioterapica, lavanderia, ristorazione speciale (panini e spuntini pomeridiani), informazioni e guide cicloturistiche, momenti di relax e intrattenimento, convenzioni con negozi specializzati, oggettistica e gadget.
“I cicloturisti italiani e stranieri possono programmare vacanze in questi alberghi – spiega Bernasconi - Seguire un piano di escursione su una decina di passi e, quanto a difficoltà, il Cuvignone vale il Passo Sella. Stiamo anche studiando la possibilità di realizzare una scuola di mountain-bike”.
Le nove salite sono: Varese-Sacro Monte intitolata a Gianni Bugno, Varese-Campo dei Fiori (Daniele Nardello), Rancio–Mottarossa (Stefano Zanini), Cittiglio–Cuvignone (Alfredo Binda), Casalzuigno–Cuvignone (Ivan Basso), Ghirla–Marzio (Wladimiro Panizza), Brusimpiano–Marzio (Claudio Chiappucci), Ganna-Alpe Tedesco (Luigi Ganna), Cuasso al Piano-Alpe Tedesco (Stefano Garzelli).



Consorzio del Parco Regionale dei Fiori
via Trieste, 40
21030 Brinzio (Varese)
Tel. 0332-435386
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese