Menu
A+ A A-

Una "settimana calda" via mail

11 luglio - Le regole del gioco
Buonasera Giancarlo, ho notato un certo accanimento giornalistico della testata da lei citata, ma - si sa - fa parte del gioco. L'importante, come lei ha scritto, è che questa esperienza sia stata un punto di partenza! Grazie per la disponibilità e per avermi supportato, qualche mese fa, nell'iniziativa del Centenario! Emanuele Carcano


11 luglio - Il callo alle critiche
Caro Emanuele, qualsiasi cosa si fa.... si sbaglia, soprattutto in una situazione complessa ed incancrenita come quella del sacro monte. Peccato che lo sforzo di tante persone sia stato svilito intenzionalmente dal giornale La Provincia.... riducendo tutto a disagi per la chiusura e multe. Per quanto riguarda la manifestazione ritengo che per essere un nuovo inizio qualcosa di positivo c’è. Alle critiche e proposte più assurde in dieci anni ormai ci ho fatto il callo: bisogna decidere (a ragion veduta) una linea e un progetto complessivo a medio termine e avere la tenacia di fare quanto possibile per realizzarlo. Cordiali Saluti, Giancarlo Di Ronco, Coop. sociale Ambiente e Sviluppo di Santa Maria del Monte


9 luglio – Sessanta commenti su Varesenews
Buongiorno Giancarlo, purtroppo ho appreso dai giornali che le iniziative intraprese dal Comune di Varese e dai
vari Enti e Associazioni dedicate al Centenario della funicolare non sono andate a buon fine. A posteriori, è evidente che qualcosa non ha funzionato e i varesini hanno pensato bene di "bucare" la festa preferendo saldi e lago, ma spero che questo possa essere un punto di partenza per trovare nuove soluzioni che permettano alla montagna Sacra di tornare ad essere "accesa". Alcuni accorgimenti, che potrebbero essere realizzati anche a costo zero, secondo me permetterebbero alla funicolare un aumento dei viaggiatori: per esempio, sarebbe utile eliminare il doppio biglietto (ci sono un sacco di motivazioni giustificate che secondo me potrebbero consentire di viaggiare gratuitamente da P.le Montanari al Vellone). Altri interventi poi sarebbero comunque
utili, come l'inversione del percorso tra le linee "C" e "P", consentendo così ai bus diretti alla funicolare il passaggio al grosso parcheggio dello stadio. L'altro giorno navigando su internet ho trovato il suo "sogno" per il Sacro Monte, pubblicato qualche anno fa sul sito ma che è ancora terribilmente odierno. Nel frattempo su "Varesenews"(http://www3.varesenews.it/varese/articolo_commenti.php?id=146075) e su www.valganna.info ci sono ormai circa 60 commenti di varesini che, a differenza di ciò che chiunque potrebbe pensare, continuano a sostenere la funicolare e la chiusura al traffico. Insomma, credo sia giunto veramente il momento, dopo 9 anni di gestione di funicolare pressochè assurda, di cercare di migliorare le cose, al di la delle decisioni politiche a cui nessuno può opporsi. Nel caso ci fosse la possibilità di discutere di tutto ciò, sappia che io ci sono! Attendo eventuali sviluppi, Emanuele Carcano


6 luglio – L’attacco della Provincia e risposta
La pubblicazione del pezzo a firma Adriana Morlacchi mi dà l'occasione di rettificare le affermazioni a me attribuite nell'articolo riguardante il Sacro Monte (e far sapere senza travisamenti quello che penso). Spiace che l'articolo in generale abbia messo in risalto l'unica nota stonata della giornata che per il resto ha avuto una buona affluenza di persone (emblematica la scelta della foto pubblicata, via Sommaruga "deserta" per l'ordinanza di divieto di parcheggio e non il borgo animato, mentre La Prealpina titola in modo opposto affermando che il Sacro Monte ha fatto il pieno......). La vera notizia è che il Comune con una quindicina di altri soggetti ha ripreso, dopo il quadricentenario e oltre un anno di assenza di eventi, a promuovere eventi culturali e di promozione del Sacro Monte cominciando con due celebrazioni: centenario della funicolare e 6° anniversario del riconoscimento Unesco. L'anniversario del riconoscimento Unesco è la cosa più importante: con il serio lavoro avviato dall'assessorato alla promozione del territorio e dall'intera giunta insieme a Varese Europea per costruire il complesso ed importante piano di gestione del Sacro Monte di Varese in stretto coordinamento e sinergia con gli altri 8. Tornando alle manifestazioni programmate: per celebrare il 100° della funicolare si è deciso di fare la cosa più ovvia, far salire la gente con la funicolare. Visto l'andamento delle giornata di sabato, il comune intorno alle 17 (senza il minimo intervento diretto da parte mia) ha con buon senso deciso di far salire le macchine fino a saturazione dei parcheggi disponibili (normale modalità di regolamentazione del traffico adottata da diversi anni). La domenica, quindi, la salita è stata libera fino a saturazione dei parcheggi disponibili, circostanza che si è verificata a metà pomeriggio con conseguente divieto di salita temporaneo (e se si è dovuto chiudere è perchè l'afflusso c'era e non è stato certamente un flop come "sparato" nel titolo). Non mi appartiene minimamente l'atteggiamento di chi fa battaglie o chiede di togliere multe: alle 17 di sabato ho appreso che il divieto di salita è stato tolto ed il fatto di togliere le multe era soltanto un auspicio di far prevalere il buon senso (la maggior parte delle multe sono state date ai partecipanti al pranzo della classe del 31....). Del resto è del tutto inusuale che quasi tutto il personale della polizia municipale di Varese in servizio alla domenica fosse in zona Sacro Monte dalle 14 alle 20 senza che ci fosse alcuna criticità di parcheggio e di viabilità. Tornando alle affermazioni attribuitemi nell'articolo sulle risorse economiche dedicate alla manifestazione:non posso che essere sconcertato: le mie affermazioni sono fedelmente riportate dal Vostro giornale da Orlando il giorno prima. La manifestazione si è fatta con la decima parte di quanto speso in un solo dei tre anni di "Quadricentanario" e con buoni risultati di promozione turistica e culturale (nei 12.000€ ci sono anche le spese per la bellissima mostra di cartoline e reperti al salone estense). Con lo stanziamento di 12.000€ prima del Quadricentenario si realizzava l'estate al Sacro Monte con un'impostazione diversa: si facevano eventi di intrattenimento di medio livello in 8-10 domeniche estive (con i pro, i contro ed i risultati da valutare anche di quell' impostazione dovuta alla scarsità di risorse).
Bando alle ciance ed alle critiche disfattiste: un grazie di cuore a tutte le tante persone del comune, delle associazioni e del sacro monte (esercenti e cittadini) che hanno contribuito e realizzato un'ottimo programma di manifestazioni. Il Comune analizzerà i risultati di questo primo programma di eventi ascoltando critiche e suggerimeti di tutti: arrivederci ai prossimi eventi con l'unico obiettivo di fare sempre meglio con il concreto apporto di tutti quanti hanno a cuore il Sacro Monte e non solo critiche distruttive per partito preso. Per inciso: il Sacro Monte rimane un gioiello assoluto di fede, cultura e natura, merita comunque una visita e, vedendo il bicchiere ...3/4 pieno, già ora con una qualificata accoglienza. Cordiali saluti, Giancarlo Di Ronco

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese