Menu
A+ A A-

La Polisportiva di Santa Maria del Monte

image009

Era la fine degli anni 60 del secolo scorso ed un giorno, con una pallonata, causa della rottura di un vetro di un bus di linea parcheggiato nel Piazzale Pogliaghi al S. Monte, che veniva utilizzato come porta del nostro “campo di calcio”, i nostri genitori, dopo aver pagato il danno decisero che era ora di farci avere un campetto da calcio. Si riunirono ed insieme ad altri amici residenti, costituirono LA POLISPORTIVA SANTA MARIA DEL MONTE, chiesero alle monache di clausura un pezzo di terreno vicino al bivio per il campo dei fiori e cominciarono, nel loro tempo libero con pala e picco a spianare quel pezzo di prato. L’entusiasmo coinvolse anche noi ragazzi che, nel limite delle nostre possibilità, ci demmo da fare per aiutare. Passò molto tempo ed alla fine si arrivò all’inaugurazione di quello che ancora oggi è un campetto molto ambito.

image010

Il taglio del nastro lo fece l’On. Giuseppe Zamberletti, sacromontino D.O.C. e fratello del nostro Domenichino. Da quel giorno finalmente, anche noi potemmo giocare liberamente. Obbligo era che ognuno di noi doveva portare un pallone.

image011

Nella foto i fondatori della Polisportiva, da sx Fiorino Bistoletti,il mio papà Amos Lonati, Giovanni Marazzato costruttore e proprietario dell’attuale Bar del Ceppo, Ludovico Favini impiegato dell’ufficio postale e primo presidente della Polisportiva, sotto di lui mio zio Aureo Lonati, proprietario del Bar del Pino vicino al Mosè ed ultimo a dx il Cav. Bianchi.

image012

Segue la prima vera squadra che partecipava ai tornei. In piedi da sx Ottavio Lonati, Cesare Tedeschi, Sandro Lezzeni, Angelino Marazzato in ginocchio da sx Daniele Bianchi, Renato Tedeschi e Raffaele Tedeschi, proprietario del Ristorante Montorfano. 

Livio Lonati