Menu
A+ A A-

L'accessibilità del Sacro Monte di Varese tra gli obiettivi della Regione Lombardia

magoni

L’assessore Lara Magoni durante la visita al Sacro Monte, ha fatto sosta alla cripta, al museo Poliaghi e al ristorante Borducan, ed insieme al consigliere Cosentino hanno annunciato l’impegno della Regione per uno studio sull’accessibilità del borgo.

«Oggi nei weekend, quando qui potrebbe arrivare la maggior parte del flusso turistico, sono in molti ad essere respinti per la difficoltà di accesso – spiegano Giacomo Cosentino e l’ex assessore ai lavori pubblici Riccardo Santinon -. È opportuno lavorare sull’accessibilità per superare questo problema che non è solo relativo alla mancanza di parcheggio ma nel suo complesso alla viabilità e all’accessibilità».

«Regione Lombardia – ha detto l’assessore Magoni – è pronta a valutare in che modo poter garantire una sostenibilità al Sacro Monte anche sotto il punto di vista viabilistico e dei parcheggi. Per sostenere questo luogo bisogna permettere alla gente di arrivarci».

L’assessore ha anche raccontato i numeri del turismo varesino spiegando che è «una realtà, quella di Varese, che gode di ottima salute da un punto di vista turistico: nel periodo tra il 2013 e il 2017, gli arrivi nel territorio provinciale sono cresciuti di oltre 355 mila turisti, arrivando a 1.432.502 unita’, il 61% dei quali stranieri; le presenze sono aumentante addirittura di 510 mila pernottamenti, il 27% in più nel periodo considerato. Un trend positivo confermato anche nel capoluogo: a Varese le presenze sono passate da 228.742 nel 2013 a 270.724 nel 2017, con una crescita del 18%, In generale, e’ stato il turismo italiano a incidere positivamente, essendo cresciuto in misura maggiore nell’intero periodo (+23%) rispetto a quello estero (+14%)».