Menu
A+ A A-

MANZONI E LA FAMIGLIA

Il significato del matrimonio cattolico sgorga con la trasparente freschezza di una sorgente dalle parole misurate di Padre Cristoforo:“Tornate, con sicurezza e con pace, ai pensieri d’una volta”, seguì a dirle il cappuccino: chiedete di nuovo al Signore le grazie che Gli chiedevate per essere una moglie santa; e confidate che ve le concederà più abbondanti, dopo tanti guai. E tu, disse voltandosi a Renzo, “ricordati, figliuolo, che se la Chiesa ti rende questa compagna, non lo fa per procurarti una consolazione temporale e mondana, la quale se anche potesse essere intera, e senza mistura d’alcun dispiacere, dovrebbe finire in un gran dolore, al momento di lasciarvi, ma lo fa per avviarvi tutt’e due sulla strada della consolazione che non avrà fine. Amatevi come compagni di viaggio, con questo pensiero d’avere a lasciarvi e con la speranza di ritrovarvi per sempre. Ringraziate il cielo che v’ha condotti a questo stato, non per mezzo dell’allegrezze turbolente e passeggere, ma co’ travagli e tra le miserie, per disporvi a una allegrezza raccolta e tranquilla. Se Dio vi concede figliuoli, abbiate in mira d’allevarli per Lui, d’istillar loro l’amore di Lui e di tutti gli uomini; e allora li guiderete bene in tutto il resto, Lucia ! V’ha detto,” e accennava Renzo, “chi ha visto qui?”...”. Mentre il mondo predica una libertà senza confini, tollerando l’innaturale, Manzoni pone l’accento su un tema di fondamentale importanza, la presenza di Dio nella storia degli uomini. Dio mette l’uomo di fronte alle proprie responsabilità, tagliando ogni via di fuga. Il matrimonio, secondo Manzoni, diventa la più completa espressione dell’amore, unione che non si dissolve con la morte di uno dei coniugi, perché è destinato a sublimarsi nell’amore divino. Nella pedagogia manzoniana il vincolo porta il sigillo della sacralità e ogni atto è tale in quanto risponde ad una espressione provvidenziale della storia. L’amore manzoniano non ammette incertezze e distrazioni, prevede comprensione e aiuto reciproco, tolleranza e pazienza, amore e riservatezza, mette alla prova il carattere, educa ad andare fino in fondo con coraggio e perseveranza. Non c’è ricerca di egoismo, ma donazione. Nella filosofia e nella cultura manzoniana il dolore è strumento di redenzione personale e collettiva. Non si può capire fino in fondo il bene se non si è provato il male. Il matrimonio tra Renzo e Lucia è solido perché supera le difficoltà della vita. Mentre la società moderna tende a demonizzare ciò che non riesce a possedere, i personaggi manzoniani sono tanto più veri quanto più riescono a creare spazi di speranza. L’attualità del messaggio manzoniano riesce ancora più evidente in una società che rifiuta la sofferenza, che non sa accettare la vita nelle sue variabili umane e che spesso si rifugia in una solitudine disperata, dimenticando che l’amore è l’unica via democratica alla salvezza. La lettura del Romanzo ricrea dubbi e incertezze, stimola l’attività del pensiero, ripropone il tema del soprannaturale e del divino nelle cose di questo mondo, spesso dominato da una squallida pianificazione. Il tema dei figli compare con forza nelle parole di fra’ Cristoforo. Per Manzoni i figli sono un dono che passa attraverso un atto d’amore. L’amore, secondo l’autore, è tanto più grande e più vero quanto più sa educare gli animi alla pazienza, alla fiducia, alla sofferenza e alla fortezza. I protagonisti del romanzo sono persone semplici: operai, contadini, gente che rende più credibili i valori. Nella Lombardia spagnola, dominata da prevaricazioni e ingiustizie, da arroganza e prepotenza, lo scrittore milanese fa vibrare i valori della cultura italiana, una cultura autenticamente cristiana, radicata nelle tradizioni e nel costume. Il popolo manzoniano trae il suo vanto dalla civiltà della terra, dalla volontà di costruire un futuro di libertà e di sicurezza per sé e per i propri figli. Lucia incarna la fede, il coraggio, la coerenza, l’amore per la famiglia. E’ la donna che ogni marito vorrebbe accanto per un progetto destinato ad andare oltre i confini dell’amore terreno. Obbediente e saggia, cosciente e autorevole, remissiva e combattiva, è il simbolo della nuova Italia, che rinasce dalle ceneri della sottomissione, della ribalderia, della schiavitù morale e materiale. L’unità della famiglia, costruita con eroica determinazione, è l’essenza del pensiero e dell’opera di Manzoni. Non ci può essere unione senza l’amore e non ci può essere amore senza rispetto. Mentre in molte parti del mondo si pensa alla famiglia come a una grande ricchezza, in Italia in molti casi è ridotta a semplice contratto e spesso, senza l’autorità del sigillo divino, vive il tempo della precarietà e le frustrazioni ricadono sui figli, spettatori inerti di incerte rappresentazioni. La grandezza manzoniana si rivela nell’identificazione della vita come bene supremo, di cui la famiglia è inestimabile collante.

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese