Menu
A+ A A-

IN CHE COSA CONSISTE L’AUTORITA’

di felice magnani

L’autorità non è un’arma e neppure qualcosa che neghi l’identità di un essere umano, bensì la capacità di dimostrare che esiste un ordine all’interno del quale ogni idea, pensiero o azione si determinano e si compiono secondo i dettami di una riconosciuta prassi gerarchica, che prevede riconoscimento, affermazione, creazione, accettazione. L’autorità ha una sua veste estetica, morale e giuridica, ma ne ha anche una prettamente educativa, che nasce dalla capacità di far seguire alle parole esempi concreti in cui si configura, prende corpo, si realizza, si sviluppa ed evolve, creando coordinamenti lineari e propositivi con la realtà in cui determina la sua identità. I valori dell’autorità appartengono in primo luogo alla sfera morale, quella in cui i comportamenti umani prendono forma e si realizzano, definendo l’affidabilità di una regola o di una convinzione, per affrontare successivamente il suo banco di prova, quello che decide del nostro livello di autorità. In questi anni di crisi legate alla politica, alla giustizia, alla criminalità, al lavoro, ci siamo resi conto di quanto sia stato complicato entrare anche solo nello spirito della costituzionalità, delle regole, del rispetto, delle verità democratiche e di quanto una certa negligenza legalitaria abbia pesato sulla decadenza democratica del nostro paese. In molti si sono arrogati il diritto di circuirla, di violentarla, di modellarla secondo approvvigionamenti di comodo, tralasciando l’aspetto etico, quello che fa dell’autorità il principio costitutivo della natura democratica di un paese. C’è dunque un’autorità ufficiale e un’autorità che si fonda sulla capacità degli esseri umani di diventare punti di partenza e di riferimento, autorevoli dispensatori di modalità condivise della sostanza democratica. La politica ha un grande bisogno di autorità, di essere servizio, di saper interpretare bisogni e necessità, di saper anteporre sempre la dedizione personale alla richiesta comunitaria, di essere salvaguardia di valori, di saper rappresentare anche con il cuore l’attesa di chi affida all’altro la propria fiducia e la propria fisiologica necessità.