Menu
A+ A A-

Scuola di Risorgimento al cinema

(di Margherita Giromini)

VARESE - Raccontare il Risorgimento tramite il cinema? Anche, e poi con letture, canti, percorsi guidati per adulti e per bambini. E altro ancora. Perché raccontare 150 anni di storia è un compito impegnativo per svolgere il quale servirebbero molte più risorse umane e finanziarie di quelle messe in campo da un gruppo di volontari, sia pure appassionati e convinti assertori del valore della nostra identità nazionale. Ma proviamo a leggere dentro il fitto programma dell’Associazione che ha raccolto intorno a sé altri soggetti, tra cui il Kiwanis di Varese, tutti interessati a celebrare degnamente la ricorrenza. Mercoledì mattina, nel corso di una partecipata conferenza stampa a Varese, alla Sala Montoli, il presidente dell’Associazione, Luigi Barion, ha illustrato le numerose iniziative che preparano il 17 marzo e abbracciano un ben più vasto arco di tempo.

CINEFORUM - Alla cittadinanza di Varese viene offerta, a titolo gratuito, la possibilità di rivedere alcuni capolavori del cinema italiano. Si comincia con “Senso” di Visconti, al Cinema Nuovo (450 posti), si continua con “Piccolo mondo antico”a Filmstudio, a seguire il “Gattopardo” alla Sala Montanari, si chiude con “Bronte” di nuovo nella saletta (94 posti) di via De Cristoforis. Film storici di grande valore commentati da esperti di cinema e da storici locali, scelti sulla base di una concezione aperta e non agiografica del Risorgimento. Perché ricordare significa, per le diverse persone che aderiscono all’Associazione, discutere, confrontare, approfondire le vicende della nostra nazione, senza vincoli ideologici né tabù di parte.

LETTURE - Nel filone di proposte per cittadini e studenti delle superiori, rientra la serie di letture sul tema dell’identità nazionale che la professoressa Anna Bossi Bonomi proporrà, con il suo gruppo teatrale, in uno degli incontri promossi da Bruno Belli presso il caffè Zamberletti (8 aprile). Da Dante a Manzoni, passando per i testi poetici di scrittori locali e nazionali, magari considerati minori ma pur sempre significativi, sentiremo leggere poesie, brani letterari, epistolari, testi di canzoni del periodo risorgimentale.

CONFERENZE - L’Associazione ha promosso alcune conferenze di notevole spessore culturale. Con un team di professori dell’Università del Piemonte Orientale, il 3 marzo, presso lo Spazio Scopri Coop, si è parlato della storia e della geografia di Piemonte e Lombardia nell’ambito della nascita di una nuova identità nazionale. Abbiamo avuto modo di conoscere l’esistenza di un interessante storia d’Italia, scritta in latino dallo scrittore piemontese Giovanni Faldella, cronaca che contiene, tra l’altro, specifiche notizie sul nostro territorio nei giorni delle battaglie garibaldine. Al Caffè di Belli, infine, il 29 aprile il prof Francesco Talamo interverrà sul tema “La cronache risorgimentali di Antonio Serravalle”.

BAMBINI - Il 16 marzo i bambini di alcune scuole primarie, di Varese e provincia, festeggeranno al Cinema Nuovo il compleanno dell’Italia, con il cartone animato “L’eroe dei due mondi”. Arriveranno 800 alunni in due diversi momenti della mattinata. La prima proiezione sarà preceduta dall’Inno di Mameli, suonato dai flauti della scuola Morandi, la seconda, quella delle 11, dal coro della scuola Mazzini di via Como. La manifestazione è organizzata in collaborazione con il Kiwanis, associazione che ha tra le proprie finalità il benessere e la crescita dell’infanzia. Alla Libreria Feltrinelli, su sollecitazione dell’Associazione, è stato allestito uno scaffale di volumi, anche recenti, sul Risorgimento, scelti tra quelli adatti alla fascia di età 8-12 anni.

VARESE-ITALIA - Conoscere Varese, riconoscere i luoghi della sua storia: in collaborazione con alcune guide qualificate della provincia, Elena Castiglioni, Chiara Palumbo e Daniela Ribera, è stato studiato l’itinerario "Varese - Italia". Si tratta di un percorso per piccoli e grandi sulle tracce del Risorgimento varesino. Si partirà dalle lapidi di palazzo Estense e si terminerà a Biumo Superiore, da dove Garibaldi diede gli ordini nella battaglia di Varese contro Urban. Si svolge interamente a piedi e dura circa 2 ore e mezza. Verrà sperimentato sabato 5 marzo, con partenza alle ore 16 dalla sede del Comune, in via Sacco. Le scuole e i privati potranno prenotarlo nei prossimi giorni a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. telefono 328.8377206.

17 MARZO - Per la festività nazionale, tra gli avvenimenti promossi dall’Associazione, segnaliamo quelli inseriti nelle manifestazioni ufficiali, come l’inaugurazione della Mostra dal titolo “Pagine del Risorgimento a Varese”, alle ore 16, presso le sale del Museo di Villa Mirabello di Varese. Il lavoro, curato dall’architetto Franco Prevosti, è stato realizzato con il supporto dell’Associazione Militari in Congedo. Infine, un momento di spiritualità con una messa celebrata alle 18 e 30 nella Basilica di S. Vittore: vi parteciperanno cittadini e Associazioni di Volontariato, oltre alle autorità, come Sindaci, il Prefetto, la Croce Rossa, le associazioni d’Arma. Infine, last but non least, il 28 maggio si svolgerà un corteo che vuole ricordare, nell’ambito del 150esimo dell'unità d'Italia, il 152esimo della battaglia di Biumo. Con partenza alle 17 e 30 da piazza Repubblica, il corteo ripercorrerà i luoghi più significativi della Varese risorgimentale, passando per lo storico Garibaldino di piazza Podestà.

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese