Menu
A+ A A-

Guardie in divisa "michelangiolesca" all'inaugurazione della mostra degli arredi di monsignor Pasquale Macchi

S.MARIA DEL MONTE - Paramenti, arredi e suppellettili di monsignor Pasquale Macchi e di papa Paolo VI di cui egli fu fedele segretario a partire dal 1955 quando il predecessore Pio XII,  papa Eugenio Pacelli, lo nominò arcivescovo di Milano. E' il tema della mostra Arte e liturgia in Santa Maria del Monte – Esposizione delle suppellettili restaurate che si terrà dal 13 al 21 agosto nella suggestiva e panoramica chiesetta dell’Annunciata, accanto al convento delle suore di clausura.

La mostra, da un’idea di don Agostino Ferrario, è organizzata per il quinto anniversario della morte del prelato varesino Pasquale Macchi che fu arcivescovo di Loreto prima di tornare nella città natale e vestire la tonaca di arciprete nell’amato santuario del Sacro Monte.

L'inaugurazione si terrà sabato 13 agosto, alle 15,30, alla presenza di monsignor Ettore Malnati, per tutti “don Bregazzana” dalla frazione in cui è nato, che quest’anno celebra quarant’anni di sacerdozio. Monsignor Malnati è docente nelle facoltà di teologia di Trieste e di Lugano, è membro della Società italiana per la ricerca teologica e della Russian Accademy of Natural Sciences.

Al vernissage prenderanno parte le “nuove” guardie del Principato di Santa Maria del Monte armati d’alabarda e con la divisa nera, verde e gialla realizzata dalla stilista varesina Fabrizia Silvestri ispirandosi alle guardie pontificie “vestite” nel ‘500 da Michelangelo Buonarroti.

Il 15 agosto, dalle 8 alle 12, si potranno acquistare le cartoline con il francobollo delle Poste Italiane a ricordo di papa Montini e ottenere l’annullo postale nella piazza antistante il santuario, davanti al monumento dedicato a Paolo VI. La mostra – ingresso libero – resterà aperta la domenica e il 15 agosto dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19. Nei giorni feriali dalle 15 alle 19.

 

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese