Menu
A+ A A-

La musica sacra di Palestrina all'ora dei vespri, venerdi, al santuario

S.MARIA DEL MONTE - La musica sacra di Giovanni Pierluigi da Palestrina, il grande riformatore che bandì le melodie mondane e riportò il misticismo e lo spirito conciliare nelle chiese cattoliche del '500, è l'attrazione del concerto che si terrà venerdi 2 ottobre sotto la cupola del santuario mariano (ore 21, ingresso libero). Diego Fasolis dirigerà il Coro della Radiotelevisione Svizzera, uno dei migliori gruppi vocali europei, alla scoperta del repertorio dell'artista che ha lasciato ai posteri la "rivoluzionaria" Missa Papae Marcelli a sei voci, scritta in memoria di Marcello II  - papa per soli 21 giorni - che da cardinale era stato uno dei promotori del Concilio di Trento e una lunga serie di inni, salmi, antifone e mottetti.

Palestrina (1525-1594) è il massimo esponente della musica liturgica italiana ed ebbe a che fare con undici pontefici nella Roma rinascimentale di Michelangelo, di Carlo Borromeo e dei roghi del Sant'Uffizio. 

Giuseppe Verdi lo considerava un capostipite e spesso lo citava parlando di musica sinfonica e da camera, due generi che egli riteneva di pertinenza esclusivamente tedesca: "Non è affar nostro - era il suo laconico commento - noi discendiamo da Palestrina".

Il concerto dedicato al maestro rinascimentale che fu cantore e compositore della Cappella Sistina, apre la 14a edizione dei Concerti d'Organo all'Ora dei Vespri promossa dall'associazione Amici del Sacro Monte con il contributo della Fondazione Paolo VI: "Si tratta di un evento assolutamente straordinario - spiega il presidente degli Amici del Sacro Monte, Ambrogina Zanzi - e sarà replicato il 4 ottobre al Quirinale a Roma".

La rassegna proseguirà sabato 10 ottobre, alle 18, con un pregevole concerto dell'organista Giancarlo Parodi e domenica 25 ottobre, alle 17.30, con l'esibizione di Francesco Tamiati alla tromba accompagnato da Giuseppe Radini all'organo. Dirige Gabriele Conti. Nel primo come negli altri due concerti l'ingresso è gratuito.    Sergio Redaelli

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese