Menu
A+ A A-

CHI AMA VIVE NELLA GIOIA

Nel matrimonio è bene avere cura della gioia dell'amore. Il matrimonio è una necessaria combinazione di gioie e fatiche, di tensioni e riposo (n.126) In tutte le famiglie mille piccoli e grandi problemi quotidiani non finiscono mai di occupare il cuore e la mente; tuttavia ogni fatica – sul piano della salute, dell'educazione, del lavoro o d'altro genere – non deve mai incrinare la bellezza della vita quotidiana, in cui va sempre custodita e rigenerata la gioia dell'amore. Tante cose, in Italia e nel mondo, sono cambiate e stanno cambiando ancora. E' inevitabile, perciò, che anche la vita di famiglia ne risenta, nel bene e nel male. Tutti percepiscono che nulla è più come una volta. “E' proprio per questo – dice Papa Francesco nell'Amoris laetitia – che bisogna organizzare risposte alle nuove necessità e alle problematiche attuali, cercando di assicurare che nessuno resti indietro o sia escluso dal cammino comune”. Nelle ore difficili della vita – ce lo sta insegnando una crisi che non sembra aver fine, in cui si è da tutti apprezzata la “fantasia della carità” di molti, singoli e istituzioni – può emergere il meglio che abbiamo in noi, cominciando a condividere i doni ricevuti con chi attraversa disagi e difficoltà. Le cose che abbiamo, le competenze che ci siamo fatti, il nostro stesso carattere, tutto ciò che ci qualifica come soggetti attivi, in famiglia e in società, non ci è stato dato solo per noi, ma per rendere un po' migliore in mondo in cui ci troviamo! La nostra felicità dipende da quella degli altri e da che cosa siamo riusciti a fare perché felicità e gioia riempiano la vita di chi ci è vicino. Lo specifica ulteriormente papa Francesco: “La gioia allarga la capacità di godere e permette di trovare gusto in realtà varie, anche nelle fasi della vita in cui il piacere si spegne” (AL 126). Questa non è affatto un'utopia. L'esperienza ci dice che, se riusciamo ad agire insieme, come famiglia o come gruppo, condivi- dendo le gioie e i dolori, le sofferenze e le cose belle, la nostra vita si fa più vera e ci accorgeremo di viverla con gusto e sapore. Del resto siamo o non siamo il sale della terra? Senza sale il cibo perde il gusto e tutto diventa insipido. Se non siamo sale, cioè non aiutiamo gli altri a gustare una vita piena di gusto (gioia) e di sapore (amore), la nostra stessa esistenza si trasformerà in qualcosa di inutile, e alla fine di insoddisfacente. Che non ci succeda, nella fase del bilancio retrospettivo che prima o poi saremo costretti a fare, di dover riconoscere amaramente quante occasioni abbiamo sprecato, quanto bene possibile non abbiamo fatto, in definitiva quanto tempo abbiamo irrimediabilmente perduto!

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese