Menu
A+ A A-

Bottega di Artista

Betulle. Di Claudio Rubino

17 - Primo raggio 80x60

 

5 - betulle- 130 x 100

Nato nel settembre del 1954, Claudio Rubino vive e lavora a Induno Olona (Va). Ha frequentato il Liceo Artistico di Busto Arsizio (VA) dal 1968 al 1972, negli anni in cui questo era ancora una sezione staccata dell’Accademia di Brera di Milano. Sin dall’infanzia, la pittura è stata la sua più congeniale forma d’espressione, diversificata negli anni attraverso opere surrealiste ed opere di realismo, che ancora oggi caratterizza le sue opere. Svariate mostre hanno scandito la sua carriera pittorica, raccogliendo sempre più consensi sia dalla critica che dal pubblico. Dal 1979 si dedica alla fotografia, specializzandosi in fotografia naturalistica.

Numerose sue immagini sono apparse su varie riviste italiane ed estere. Ha collaborato con alcune importanti agenzie milanesi di immagine e ha tenuto innumerevoli corsi di fotografia. Ha realizzato proiezioni e mostre fotografiche in diverse città italiane. Nel 1994 è stato vincitore assoluto del prestigioso Concorso di Fotonaturalistica Sierra Photo Contest a San Francisco (USA), uno dei più importanti a livello internazionale (primo italiano in 15 anni di vita della manifestazione). Claudio Rubino, dottore in Scienze Naturali, è stato membro dell’Associazione Fotografi Naturalisti Italiani (AFNI) e presidente del Fotoclub Lumière di Induno Olona. 

Ha curato una rubrica periodica di articoli di fotografia su Internet, per varesemagazine.it La ricerca fotografica si è evoluta parallelamente a quella pittorica e ne è stata una indiretta ispiratrice, attraverso le forme e i giochi di luce e di colori. I dipinti, ad olio, rappresentano il completamento di un originale approccio visivo alle bellezze naturali, attraverso una tecnica elaborata e una riproduzione meticolosa dei soggetti (sempre inventati) spesso immersi in atmosfere oniriche.

Estratto da una critica della Prof. Luciana Schiroli

“La rappresentazione di Claudio Rubino, che da un lato avvince l’occhio e dall’altro lo spiazza per bagliori non solo cromatici, provoca una curiosità che è di ordine non solo mentale ma profondamente emozionale ed archetipico. Provocazione visiva che diventa provocazione esistenziale in un gioco fatto di riflessi, di doppi, di metafore e allusioni: un po’ come nella vita, quando ci si trova di fronte a tanti sentieri, a un bivio che impone una scelta, una risposta senz’altro. Ebbene, questa filosofia del mondo e delle cose, intese come parti di un contesto ben più ampio, si avvale con Rubino di una abilità pittorica che diventa ombra e luce, in un gioco di contrasti accesi, capaci di rendere l’oggetto “altro” da quello che è: incantesimi e inquietudini si mescolano nell’opera che diventa specchio. 

Rubino ricorre alla perfezione assoluta del paesaggio più immaginato che reale, alla nettezza della linea, all’ illuminazione interiore del colore, al riflesso narcisistico del paesaggio che trova proprio nell’acqua il suo elemento specchiante. Una pittura “colta”, nella quale si possono ravvisare molte suggestioni filosofiche, letterarie, esoteriche, anche se, ricordiamocelo, è dallo stupore che inizia tutto; la poesia e l’arte, l’espressione più lirica dell’essere umano. L’opera da lui prodotta non è che una tappa di un processo più ampio di conoscenza di sé e del mondo, perché l’uomo e il mondo fanno parte di una natura ben più grande e misteriosa, nella quale ogni particella trova la sua giusta collocazione. Opera dunque come espressione fenomenologica di una realtà superiore che, proprio perché ancora in parte nascosta, conduce l’occhio dello spettatore oltre il dato reale e l’anima oltre l’esperienza del quotidiano: ha inizio così un’avventura totale, di conoscenza soprattutto, alla quale non è estranea una sorta di leggera inquietudine perché la ricerca, e questo lo si sa e lo si teme, potrebbe non avere mai fine”

Luciana Schiroli  

Varese - Maggio 2001

Mostre di pittura:

1975-Personale Galleria La Finestra - Varese

1976-Collettiva Galleria Amici di Legnano - MI

1982-Collettiva Galleria Amici di Legnano - MI

1992-Collettiva Circolo Sirio- Cantù - Co

1995-Personale Villa Pirell i- Induno Ol. - VA

1997-Personale Sale Nicolini - Varese

1999-Personale Galleria Arte’s – Angera - VA

2000-Collettiva Galleria Mentana - Firenze

2000-Collettiva Sala Baronino - Casale Monferrato - AT

2000-Collettiva Sale Nicolini – Varese

2001-Sale espositive Casa Design - Azzate- VA

2002-Collettiva Estate a Marzio (vA)

2004-Spazio Lago- Portovaltravaglia- Luino (VA)

2004-Personale, Estate milanese - Parco Sempione – MILANO

2005-Personale Grotte di Valganna (VA)

2005-Personale Biblioteca civica di Arcisate (VA)

2005-Personale Villa Castiglioni – Induno Olona (VA)

2005-Personale Padiglione Fiera Malpensa Arte – Busto A. (V A)

2006-Personale Villa Porro Pirelli Boscolo Hotel - Induno Olona(Va)

2006-Collettiva a tre, Spazio Enzo Pifferi Editore, Como

2006-Collettiva a sei - DeLuca Introduces Gallery, Toronto, Canada

2012- Personale all’Art Hotel – Viale Aguggiari - Varese

Premi:

1976-Premio per la pittura Amici di Legnano

1982-Premio per la pittura Amici di Legnano

1992-Premio speciale per la pittura Circolo Sirio di Cantù

1994-Premio per la miglior foto naturalistica al Sierra Photo Contenst di San Francisco,

USA.

Hanno scritto di lui i quotidiani:

Il Giorno, Il Corriere della Sera, Il Giornale, La Prealpina, Luce, Lombardia Oggi, Il Monferrato, l’Occasione, Tempo Libero

e le riviste: Tuttifotografi, Outdoorphotographer, Sierra magazine, Oasis, La Griffe, Varesemese.

 

Per ulteriori informazioni: 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese