Menu
A+ A A-

Il Lago di Ghirla

Il lago di Ghirla, di origine glaciale, misura 0,28 kmq, raggiunge una profondità massima di 14 m è situato a quota 442 m. s.l.m. Ha come immissario il torrente Margorabbia che forma un'ampia palude prima di immettersi. Il livello del lago venne innalzato artificialmente nel 1898 con una diga che raccoglieva le acque e le inviava a una centrale idroelettrica che sfruttando un salto di m 107 produceva energia elettrica per la ferrovia della Valganna. Nei primi del Novecento era una famosa località turistica. Purtroppo oggi riveste scarso interesse naturalistico, in quanto la sistemazione delle rive a fini turistici (vi è uni maneggio ed un campeggio con un attrezzato centro balneare) lo ha privato della vegetazione originaria. La pesca professionale, che un tempo traeva ricche prede (lucci, barbi, tinche e persici), è scomparsa, come pure i prelibati e famosi gamberi. Tra le ventitré specie di molluschi oggi esistenti, si ricorda l'Anodonta cygnea, bivalve, simile a una grosso cozza, la cui conchiglia può raggiungerei venti centimetri. Il lago di Ghirla è uno dei laghetti minori della Provincia più belli dal punto di vista paesaggistico. Il colpo d'occhio che si gode dalla statale che lo costeggia, e che attraversa la Valganna, soprattutto al color del sole, con i riflessi cristallini degli ultimi raggi solari sulle tranquille acque, e le montagne, oramai in ombra, che si elevano quasi a picco, sul versante occidentale, offrono uno tra i più bei paesaggi che si possono ammirare in tutta la Provincia.

logo regione

varese4u logo

Plan what to see in Varese with an itinerary including Sacro Monte Unesco di Varese